I link che seguono forniscono la collocazione della pagina attuale nella gerarchia di navigazione.

Bando per la composizione di un inno per il creato

Torre Pellice, 16 aprile 2020


scarica il bando«Cantate al SIGNORE un cantico nuovo, cantate al SIGNORE, abitanti di tutta la terra!» (Salmo 96) 

PREMESSA

La Tavola valdese ha ricevuto mandato dal Sinodo 2019 delle chiese metodiste e valdesi di organizzare una serata pubblica in occasione del Sinodo 2020 sul tema della «Cura del Creato». 

La rilevanza ed urgenza di questo tema non è certamente passata in secondo piano in questo tempo inaspettato e drammatico di pandemia, che ci rafforza, invece, nel profondo sentimento di interconnessione tra gli esseri viventi e con tutti gli altri elementi che compongono il creato. Nella consapevolezza della delicatezza, fragilità e complessità del vasto globale ecosistema in cui viviamo, i credenti sono chiamati a rafforzare il loro impegno per ristabilire interrelazioni equilibrate e a compiere azioni volte a interrompere una spirale di distruzione sempre più rapida e pericolosa. 

In questo quadro, la Tavola valdese ha pensato di indire un concorso pubblico per la creazione di un nuovo inno sul tema della «Cura del Creato», prevedendo anche l'assegnazione di un premio in denaro. 

Con questa iniziativa si intende stimolare i credenti e le credenti ad un sempre più concreto impegno nei confronti della salvaguardia del pianeta e della nostra umanità, utilizzando anche il linguaggio della musica e del canto corale come forma di preghiera condivisa e di testimonianza comune. 

La redazione del bando, l’ascolto e la valutazione degli inni sono stati affidati alla Commissione musica, nominata dalla Tavola valdese con atto n. 5261/2019. L’inno vincitore sarà presentato durante la serata pubblica in occasione del sinodo 2020 che si svolgerà, a Dio piacendo, a Torre Pellice dal 23 al 28 agosto. 


TERMINI GENERALI 

Per info, contattateci: commissionemusica@chiesavaldese.org

Partecipanti 

Possono iscriversi al concorso sia singoli musicisti, arrangiatori, parolieri che gruppi musicali, residenti sull’intero territorio europeo. 

Sono esclusi dal concorso i membri della Commissione musica della Tavola valdese. 

Costi e spese di partecipazione 

Non sono previsti costi, tasse di iscrizione né alcuna altra spesa per la partecipazione al presente bando. 

Scadenze 

La domanda di iscrizione al concorso, si trova al seguente link e dovrà essere debitamente compilata in tutte le sue parti entro il 30 maggio 2020. 

Il materiale di cui alla sezione «Formati e documentazione richiesta» dovrà pervenire entro e non oltre il 30 giugno 2020 al link che verrà inviato a quanti si saranno iscritti entro i termini previsti. 

Valutazione 

L’inno vincitore sarà scelto dalla Tavola Valdese, su proposta della commissione musica, che valuterà testo, musica, originalità e fruibilità.

Premio 

È previsto un premio in denaro del valore complessivo di euro 500,00 che verrà assegnato all’autore o agli autori dell’inno che risulterà vincitore. 

«Cantate al SIGNORE un cantico nuovo, cantate al SIGNORE, abitanti di tutta la terra!» (Salmo 96) 

Il responso della Tavola valdese sarà insindacabile. 


LE COMPOSIZIONI 

Ogni partecipante, singolo o gruppo, potrà iscriversi con un solo inno. La lingua utilizzata dovrà essere l’italiano.

L’inno dovrà essere finalizzato al canto comunitario.

L’inno dovrà risultare originale per testo, musica e arrangiamenti. 

Formati e documentazione richiesta 

Ai fini della validità della partecipazione, entro e non oltre la data del 30 giugno 2020, al link che verrà fornito a quanti si saranno iscritti entro i termini previsti sarà necessario inviare: 

-  l’inno eseguibile in uno dei seguenti formati: wav, aiff, mp3, mp4 

-  iltestodell’innoinunodeiseguentiformati:doc,docx,odt 

-  la partitura o tablatura dell’inno con testo sottostante in formato pdf 

-  una fotografia dell’ autore, dell’ autrice o del gruppo degli autori 

-  una breve presentazione dell’inno che illustri la scelta del titolo, del testo, del genere musicale e i riferimenti biblico-teologici 

-  la liberatoria sottoscritta dall’autore o dagli autori dell’inno 

Liberatoria e Diritti 

L’autore o gli autori che risulteranno vincitori del concorso «Un inno per il Creato», si impegnano a cedere i diritti sul brano alla Tavola valdese, autorizzandola a pubblicare in forma gratuita, senza alcuno scopo di lucro, versioni stampate, esecuzioni dal vivo, registrazioni del brano direttamente o attraverso altre forme che verranno individuate dalla stessa. 


DISPOSIZIONI GENERALI 

I materiali inviati entreranno a far parte dell’archivio della Tavola valdese. Con l’iscrizione al concorso si autorizza la Tavola valdese a diffondere il brano musicale con ogni mezzo, rinunciando espressamente a qualsiasi pretesa economica nei confronti della stessa o di suoi partner interessati alla diffusione e trasmissione pubblica dell’opera musicale, anche parziale, assicurando naturalmente la citazione dell’autore o degli autori. 

L’autore o gli autori dell’inno vincitore ne riceveranno comunicazione via telefono o email. Tutti gli iscritti al concorso sono invitati a partecipare alla premiazione finale.